Approfondimento 5x1000

Data24/05/2021
Un utile approfondimento per conoscere meglio il 5x1000

Per quanto riguarda le scadenze fiscali della Dichiarazione dei Redditi, e quindi della scelta del 5 per mille, abbiamo pensato di aiutarti con una breve guida nella quale troverai tutto quello che c’è da sapere.

 

5 per mille: che cos’è

Il 5 per mille è un particolare sistema di finanziamento del comparto non profit che trae risorse dall’imposta sul reddito delle persone fisiche (IRPEF).Qualsiasi persona fisica che risulti debitore IRPEF può scegliere di destinare il 5 per mille dell’imposta IRPEF che paga a sostegno di particolari enti non profit o di particolari finalità quali la ricerca scientifica o universitaria e sanitaria.

 

Puoi destinare la quota del 5 per mille a un’Organizzazione firmando in uno dei sette appositi riquadri che figurano sui modelli Dichiarazione del Reddito e inserendo il codice fiscale dell’ente che vuoi sostenere.

 

Le scadenza fiscali del 2021 e il 5 per mille

La scadenza per la presentazione del Modello 730 precompilato e/o ordinario è il 30 settembre 2021.

• Sulla base delle disposizioni del D.P.R. n. 322 del 1998, e successive modifiche, il Modello Redditi Persone Fisiche (ex Unico) deve essere presentato entro i termini seguenti:

 

  • dal 2 maggio 2021 al 30 giugno 2021, se la presentazione viene effettuata in forma cartacea per il tramite di un ufficio postale
  • entro il 30 novembre 2021, se la presentazione viene effettuata per via telematica, direttamente dal contribuente ovvero se viene trasmessa da un intermediario abilitato alla trasmissione dei dati.

 

• I contribuenti che non devono presentare la dichiarazione possono scegliere di destinare l’otto, il cinque e il due per mille dell’IRPEF utilizzando l’apposita scheda allegata allo schema di Certificazione Unica 2021 (CU) o al Modello 730/2021 o al Modello Redditi Persone Fisiche (ex Unico) 2021.

 

L'invio telematico della Certificazione Unica 2021 (sia per redditi di lavoro dipendente che di lavoro autonomo) all'Agenzia delle Entrate va fatto entro il 16 marzo 2021, e lo stesso termine è stato dato ai datori di lavoro per inviare la Certificazione Unica al dipendente e/o lavoratore autonomo.

 

Il Modello 730 precompilato e il Modello Redditi (ex Unico) precompilato sono disponibili dal 30 aprile 2021.

 

A chi devolvere il 5x1000

• Enti di volontariato e ONLUS, associazioni di promozione sociale, come International Action, iscritte nei relativi registri, associazioni e fondazioni riconosciute che operano nei settori previsti dall’art. 10 del D.Lgs. n. 460/1997.

• Ricerca scientifica ed universitaria.

• Enti di ricerca sanitaria.

• Tuo Comune di residenza per le sue attività sociali.

• Attività sportive dilettantistiche riconosciute dal CONI.

• Enti che si occupano di tutela, promozione e valorizzazione dei beni culturali e paesaggistici.

• Enti gestori delle aree protette.

 

Cosa fare per destinare il 5x1000

Per destinare il proprio 5x1000 è necessario apporre la propria firma in uno dei sette riquadri che figurano sui modelli di dichiarazione del reddito e scrivere il codice fiscale dello specifico ente scelto. Ad esempio, se scegli di devolvere il tuo 5x1000 a International Action, dovrai firmare il riquadro che riporta la dicitura "Sostegno del volontariato e delle altre organizzazioni non lucrative di utilità sociale, delle associazioni di promozione sociale..." e scrivere il nostro codice fiscale 94012880301.

 

Se non devolvo il 5x1000

Se non firmi, succede solo che le imposte da te pagate restano imposte e non un aiuto agli enti non profit interessati.

Ricorda: se firmi su uno specifico riquadro destinato ad un comparto senza inserire un codice fiscale, il tuo 5 per mille viene redistribuito proporzionalmente tra tutti i soggetti beneficiari del comparto in cui ha inserito la firma.

 

Come funziona il 5x1000: gli obblighi dell’ente che riceve i fondi

Tutti i soggetti beneficiari del 5x1000 sono tenuti a dimostrare, in modo chiaro e dettagliato, l’impiego delle somme percepite redigendo un apposito rendiconto ed una relazione illustrativa attraverso i quali i soggetti destinatari del contributo dimostrano l'utilizzo delle risorse ricevute entro 1 anno dalla loro ricezione.

Detto apposito rendiconto viene successivamente inoltrato al Ministero competente e pubblicato sul sito internet dell’ente beneficiario.

 

Differenza tra 5X1000, 8X1000 e 2X1000

5x1000, 8x1000 e 2x1000 sono tutte percentuali dell’IRPEF che il contribuente ha la possibilità di destinare ed è importante sapere che non si escludono fra loro.

 

Lo scopo dell’8x1000 è di offrire sostegno a chiese, confessioni e credo religiosi, e per devolverlo basta una firma nell’apposita sezione.

Il 2x1000 è invece destinato al sostegno di partiti politici.

Ancora una volta è importante ricordare che le scelte non sono in alcun modo alternative tra loro e possono essere tutte espresse, senza determinare maggiori imposte dovute.